fb tw yt fl rs is

Newsletter

Clicca qui per iscriverti alla newsletter

I due philoshow di Philodiritto - Gli spettacoli filosofico-musicali di Popsophia
Data pubblicazione : 08/11/2017

Due spettacoli filosofico-musicali, venerdì 10 e sabato 11 novembre alle ore 21.30, ideati dalla direttrice artistica di Popsophia Lucrezia Ercoli,conmusica dal vivo, video proiezioni e riflessioni giudico-filosofiche. Gli interventi di ospiti prestigiosi si alterneranno alle incursioni musicali della band di Popsophia Factory, ai montaggi cinematografici del regista Marco Bragaglia e alle letture dell’attrice Pamela Olivieri

Foto testo

Le serate di Philodiritto, il festival dedicato alla popsophia del diritto e del crimine realizzato da Popsophia con il Comune di Macerata, la Camera Penale di Macerata e il Comitato per le Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati, animeranno il bellissimo Teatro Lauro Rossi con due inediti Philoshow.

Due spettacoli filosofico-musicali, venerdì 10 e sabato 11 novembre alle ore 21.30, ideati dalla direttrice artistica di Popsophia Lucrezia Ercoli,conmusica dal vivo, video proiezioni e riflessioni giudico-filosofiche. Gli interventi di ospiti prestigiosi si alterneranno alle incursioni musicali della band di Popsophia Factory, ai montaggi cinematografici del regista Marco Bragaglia e alle letture dell’attrice Pamela Olivieri.

Venerdì 10 novembre si parte con lo spettacolo dedicato alla dicotomia che è alla base del rapporto fra uomo e legge: il peccato e il reato. Il presidente delle Camere Penali Italiane Beniamino Migliucci introdurrà il philoshow “La morale e il diritto – dall’Avvocato del Diavolo ai Rolling Stones”. Filosofia, televisione, cinema e musica racconteranno la dualità che alla base del rapporto dell’uomo con se stesso: la legge pubblica e la morale privata. Un excursus che si completerà con le incursioni in musica della band Factory, che interpreterà brani storici italiani e internazionali, da Bruce Springsteen a Fabrizio de Andrè, da Bob Dylan a Edoardo Bennato.

La seconda serata, sabato 11 novembre, sarà dedicata al diritto legato alle tematiche della parità di genere. Da Aretha Franklin a Cindy Lauper, da Gianna Nannini a Ermal Meta: il philoshow dal titolo “Nessuno mi può giudicare, la libertà delle donne” presenterà le diverse sfaccettature del mondo femminile nell’universo dei diritti e della cultura di massa. Cinema, musica e letteratura si alterneranno agli interventi dell’avvocato Celestina Tinelli, membro del Consiglio Nazionale Forense.

 

L’ingresso è libero.

indietro

volontari

WE WANT YOU!

Vuoi contribuire?

16

VIDEO

Conferenze, spettacoli, contributi

foto

FOTO

Le immagini degli eventi del festival

rassegna_stampa

RASSEGNA STAMPA

Dicono di Noi