fb tw yt fl rs is

Newsletter

Clicca qui per iscriverti alla newsletter

LA SECONDA SERATA - FUGA DALLE LIBERTÀ DEL NOVECENTO
Data pubblicazione : 14/07/2017

La seconda giornata della VII edizione di Popsophia – in scena dal 12 al 16 luglio alla Rocca Costanza di Pesaro – si è chiusa a tarda notte con la presenza costante di un pubblico incantato, che ha assorbito con manifestata partecipazione la lezione di immagini e parole della filosofia che indaga il pop; 

Foto testo

 La seconda giornata della VII edizione di Popsophia – in scena dal 12 al 16 luglio alla Rocca Costanza di Pesaro – si è chiusa a tarda notte con la presenza costante di un pubblico incantato, che ha assorbito con manifestata partecipazione la lezione di immagini e parole della filosofia che indaga il pop; a partire dall’intervento del direttore del Quotidiano Nazionale Andrea Cangini sull’illusione del libero arbitrio sino all’ultimo appuntamento condotto dal filosofo e youtuber Riccardo Dal Ferro a proposito della libertà della coscienza.
La serata si è aperta sul tema “Fuga dalla rivoluzione” declinato con l’inedito concerto filosofico-musicale: “Gli anni che sconvolsero il mondo – da Marinetti a Lenin, da Majakovskij a Malaparte”, le parole della filosofa e direttrice artistica Lucrezia Ercoli e della musicologa Maria Chiara Mazzi, docente del Conservatorio Rossini di Pesaro, hanno guidato il pubblico nelle contraddizioni dei primi decenni del Novecento: anni in cui convivono rivoluzioni e reazioni, da un parte la tecnologia, la meraviglia e la tecnica e dall’altra un mondo che cerca l’antico e il mitico aprendo l’ambiguo confine tra ricerca della libertà e ritorno all’ordine, avanguardia e tradizione. Al pianoforte il Maestro Lorenzo Bavaj, concertista nei migliori centri musicali nazionali e internazionali ha musicato i fuochi di artificio di ClaudeDebussy sul percorso dalle avanguardie alla prima guerra mondiale e poi Maurice Ravel e la desolazione dell’Europa postbellica, le note di Igor Stravinskij sulla rivoluzione russa, le composizioni di Alfredo Casella che hanno salutato l’involuzione dell’Italia fascista. Un viaggio tra storia, filosofia e musica accompagnato dalle letture delle attrici Rebecca Liberati e Pamela Olivieri e dai montaggi cinematografici del regista Riccardo Minnucci.

Coppi-e-Bartali-2

Questa sera, venerdì 14 luglio, alle 21.30 va in scena a Rocca Costanza lo spettacolo filosofico-musicale “Mi alzo sui pedali, fuga in bicicletta da Costante Girardengo a Francesco De Gregori” con il giornalista Leo Turrini e il filosofo Umberto Curi.

La rivalità epica tra Coppi e Bartali, i ladri di biciclette di De Sica, le pedalate musicali di Paolo Conte: la bicicletta percorre l’immaginario italiano (e non solo) con il suo bagaglio di leggerezza e tragedia, ironia e spirito di libertà. La passione per la bicicletta- un oggetto cult protagonista di tantissimi film, canzoni e libri - ha ispirato il nuovo Philoshow di Popsophia ideato e diretto da Lucrezia Ercoli. “La vita è come andare in bicicletta: se vuoi stare in equilibrio devi muoverti” scrive Albert Einstein. Per questo il ritmo continuo della corsa in bicicletta sale sul palco di Popsophia in uno spettacolo che unisce musica dal vivo, performance teatrali, proiezioni cinematografiche e interventi filosofici.

A seguire, in tarda serata alle 23.30 Salvatore Patriarca, giornalista e filosofo autore del saggio Sono romanista, una squadra che non si discute, si ama condurrà l’incontro Oh Capitano, mio Capitano: un appuntamentodedicato alla fuga dal campo di Francesco Totti, un’icona epica del calcio, l’eroe piangente che riscrive il confine di rappresentazione dell’identità italiana virile, si svela l’uomo e si osanna il calciatore per comprendere se stessi e una nazione.
Domani
sabato 15 giugno alle ore 21.30 il professore e filosofo Adriano Fabris e il giornalista Piero Sansonetti torneranno alle contraddizioni della libertà – il nostro più grande desiderio e la nostra più inconfessata paura - con “I want to break free” - fughe dalla prigione da Erich Fromm ai Queen. Le riflessioni filosofichesi alterneranno alle performance live del gruppo musicale “Factory”, alla voce recitante diPamela Olivieri eai video del regista Marco Bragaglia.

Alle 23.30, la giornalista di Wired Maria Laura Ramello sarà protagonista di un incontro sulle fiction più straordinarie del 2017 dedicate alla fuga dalla libertà del mondo contemporaneo. A partire dalla nuova stagione di Twin Peaks, continuando con la teen drama Tredici fino al Trono di Spade, la produzione Hbo che ha segnato la storia del fantasy seriale.Uno spaccato sull’inguaribile quantità di male di cui siamo dotati e sul fallimento dell’umanità tradotto per il pubblico da una filosofia che fa parlare le immagini.


Tutti gli appuntamenti sono a
ingresso libero fino a esaurimento posti.

Maggiori informazioni sul sito
www.popsophia.it.

 

indietro

volontari

WE WANT YOU!

Vuoi contribuire?

16

VIDEO

Conferenze, spettacoli, contributi

foto

FOTO

Le immagini degli eventi del festival

rassegna_stampa

RASSEGNA STAMPA

Dicono di Noi